Luisa RAFFAELLI

Torinese di nascita e di formazione, Luisa Raffaelli consegue la laurea in architettura dopo il completamento di studi d’arte. Personalità eclettica, intraprende presto un percorso teso a coniugare fotografia ed elaborazione digitale, ma anche scultura e installazione.

Nel corso della sua carriera ha esposto in diverse gallerie e istituzioni pubbliche e private. Di particolare rilievo nel suo percorso artistico sono le opere Riverrun, esposta in diversi spazi pubblici, e Song to the Siren (2008), realizzata in collaborazione con il regista Walter Malosti alla Fondazione Merz nell’ambito della rassegna “Meteorite in Giardino”.

Nel 2014, a Torino, ha presentato diversi lavori fotografici di raffinata suggestione nella mostra personale “Strutture e fughe”. A Verona, in “Utopie periferiche”, lo sguardo dell’artista sul rapporto tra Uomo e Natura si focalizza sull’ambiente urbano, rappresentato come sorta di concrezione organica e germinante in una installazione diffusa di viedo e sculture in legno.

Pur impegnata nella sua personale ricerca artistica, presso la facoltà di Architettura dell’Università di Torino Luisa Raffaelli ha tenuto workshop sull’intervento di gruppo nell’ambiente costruito.

Alcuni dei suoi lavori fotografici sono stati scelti per la copertina di libri pubblicati dalla Casa editrice Einaudi e per altri scritti di carattere storico o incentrati sugli studi di genere.

Con Febo & Dafne nel 2015 ha presentato la mostra personale

"Flying Books", evento off del Salone Internazionale del Libro di Torino.

©  Febo e Dafne, 2016

  • facebook-square
  • Twitter Square
  • Google Square